RUBRICHE | IL VIAGGIO IN LIGURIA | Un Porto dai tanti volti
Un Porto dai tanti volti

Da sempre il Porto ha rappresentato per Genova una risorsa insostituibile: attivo a partire fin dal V secolo avanti Cristo, diventa già nell'antichità un attivissimo centro di scambi commerciali che diminuiscono solo dal XVI secolo, nel periodo noto come 'El siglo de los genoveses', quando le grandi famiglie, raggiunto l'apice della loro potenza economica, abbandonano progressivamente le tradizionali attività commerciali per dedicarsi a operazioni di vera e propria finanza.
Nel corso degli ultimi due secoli i traffici portuali si sono spostati sempre più verso ponente liberando la zona storica davanti alla città antica: nel 1992 quest'area è stata restituita alla città con un radicale intervento di recupero. Accanto al Bigo, nuovo simbolo di questa piazza di Genova sul mare, troviamo un'area pubblica legata alla rinnovata vocazione turistica della città.
Dal Molo Vecchio fino a Voltri, oggi il Porto di Genova rappresenta un enorme contenitore nel quale sono raccolte e rappresentate tutte le vocazioni della città del presente e del futuro: commercio e industria legata alle riparazioni navali, traffici mercantili e passeggeri, turismo, residenze, area di shopping e di divertimento.

IL PORTO DI VOLTRI
Il VTE, Voltri Terminal Europe, della cui compagine azionaria fa parte anche l'Autorità Portuale di Singapore, è un terminal container ultramoderno capace di ospitare, per mezzi e fondali, navi dell'ultima generazione. Con una movimentazione di quasi due milioni di container all'anno, è il più importante del Mediterraneo, vera forza trainante dei traffici merci portuali genovesi. Il terminal ha servizi regolari con il continente americano, medio ed estremo oriente, Oceania e Africa.

IL PORTO PETROLI
Il Porto di Genova è anche uno dei più importanti nodi europei per la movimentazione dei prodotti petroliferi: il centro di queste operazioni è nell'area di Multedo. Il terminal serve le raffinerie dell'Italia settentrionale e dell'Europa meridionale con una rete di oleodotti di 1.600 chilometri. E' dotato di tre pontili operativi attrezzati secondo le più moderne tecnologie e di una piattaforma off-shore situata a 1,5 miglia dalla riva, a 50 metri di profondità, collegata ai servizi di terra da un oleodotto subacqueo che permette di scaricare petroliere alla velocità di 14.000 metri cubi all'ora.

L'INDUSTRIA RIPARAZIONI NAVALI
E' tra le più antiche e meglio attrezzate del Mediterraneo. Nell'area sono presenti più di 50 imprese specializzate che assicurano una gamma completa di attività per ogni necessità relativa alle riparazioni, fornendo anche assistenza elettrochimica ed elettronica. Ulteriori servizi sono la carpenteria e i lavori di progettazione, la pulizia dello scafo, la verniciatura, la pavimentazione e i servizi sanitari.

LA TORRE DI CONTROLLO
E' costituita da un pilone centrale che sorregge la sala operativa dei piloti posta a un'altezza di 54 metri sul livello del mare. La visuale a 360° permette il controllo visivo del traffico portuale così come pure il controllo della rada di Genova, del Porto Petroli di Multedo e del Porto di Voltri mediante sofisticate apparecchiature, dotate di radar e computer.

I RIMORCHIATORI
La flotta, una delle più moderne e potenti del Mediterraneo, è indispensabile per guidare le navi al loro attracco verso i moli del Porto. Il servizio è in attività 24 ore al giorno e utilizza 26 moderni rimorchiatori, fornendo anche mezzi speciali per lavori off-shore e per operazioni anti-inquinamento.

I TRANSATLANTICI DEL PASSATO
Genova, soprattutto nella seconda metà dell'Ottocento e nei primi decenni del Novecento, epoca delle grandi emigrazioni dall'Italia verso le Americhe, e successivamente, negli anni Cinquanta e Sessanta, prima del boom del trasporto aereo, rappresentava il principale porto mediterraneo di collegamento col Nuovo Continente. Era il periodo d'oro dei grandi transatlantici.

IL TERMINAL CROCIERE
Terminata l'epoca dei grandi transatlantici il traffico passeggeri è oggi costituito dall'attività crocieristica. Il Terminal è costituito da due moli (Ponte dei Mille e Ponte Doria) sui quali sono ubicate le stazioni: il complesso è in grado di gestire la contemporanea presenza di cinque navi da crociera ed è attrezzato per ospitare le maxi-navi da oltre 100.000 tonnellate. Da qui ogni anno partono oltre 300 crociere indirizzate a destinazioni nel Mediterraneo, nel Nord Europa, nelle isole Canarie, nei Caraibi e nel Sud America.

PALAZZO S. GIORGIO
Dal 1904 è sede dell'Autorità Portuale di Genova ma la sua storia risale al 1260. Inizialmente ospitò il Comune e successivamente la Dogana; nel XIV secolo divenne sede della Banca di San Giorgio, grande istituto di credito che determinava le politiche genovesi e controllava gli affari di tutto il bacino del Mediterraneo. Il palazzo è costituito dalla fusione del nucleo duecentesco con una struttura seicentesca. Al suo interno gli ambienti più rappresentativi sono la Sala del Capitano e la Sala dei Protettori nella quale sono conservate le statue dei più significativi personaggi della storia di Genova.

PORTO ANTICO
E' lo spazio che unisce direttamente il centro storico al mare, ristrutturato dall'architetto genovese Renzo Piano nel 1992, in occasione delle Celebrazioni Colombiane per il 500esimo anniversario della scoperta dell'America. Tra le sue attrazioni più importanti il Bigo, simbolo del'Expo del 1992, l'Acquario più grande d'Europa, il Museo dell'Antartide, struttura unica in Europa e i Magazzini del Cotone che ospiteranno la sala stampa del G8. In quest'area si trovano anche spazi commerciali, ristoranti, una grande biblioteca dedicata ai bambini e altre attività culturali e ludiche.

I MAGAZZINI DEL COTONE
Costruiti nel 1869 per far fronte alle accresciute attività portuali dell'epoca, venivano utilizzati per stiparvi il cotone. Dopo la ristrutturazione del 1992 sono diventati un complesso polifunzionale dove hanno trovato posto attività culturali e commerciali tra cui il Cineplex, centro cinematografico dotato di sette sale per tremila posti, il Centro Congressi, il Padiglione del Mare e della Navigazione, la Città dei Bambini, la Biblioteca per ragazzi De Amicis, ristoranti e spazi commerciali.

IL MUSEO NAZIONALE DELL'ANTARTIDE
L'esposizione, che si estende per circa 1.000 mq in una delle quattro Palazzine Seicentesche che in passato facevano parte del Porto Franco, è un lungo viaggio ideale alla scoperta delle caratteristiche eco-ambientali, biologiche e faunistiche del continente antartico. All'interno di questo spazio, vengono presentate anche alcune attività di ricerca della missione della Comunità scientifica italiana in Antartide.

IL "NEPTUNE"
Molti certamente lo riconosceranno per averlo visto sugli schermi cinematografici: era il regno di Walter Matthau nel film di Roman Polanski 'Pirati'. Attualmente il galeone spagnolo 'Neptune' è attraccato a uno dei moli del Porto Antico di Genova costituendo una delle tante attrazioni che questa zona della città mette a disposizione della curiosità dei turisti.

PORTA SIBERIA
E' la porta che consentiva l'accesso alla città nella struttura di mura costruita a Genova tra il XVI e XVII secolo. Dopo un lungo lavoro di restauro che ha consentito il recupero della struttura originaria, Porta Siberia è diventata un polo culturale che ospita la Mostra permanente del famoso scenografo e illustratore genovese Emanuele Luzzati.

MARINA MOLO VECCHIO
E' un porticciolo turistico realizzato con un sistema di pontili galleggianti ai quali possono attraccare circa duecento imbarcazioni da 8 a 150 metri di lunghezza. Offre una gamma completa di servizi: assistenza all'ormeggio, servizi meteo aggiornati, posti auto riservati, consultazione Internet e indirizzi e-mail

Languages: Italiano
RELATED