RUBRICHE | VIAGGIO MINIMO | Genova, città silente
Genova, città silente

Genova va curiosata più di altre città perché è una città silente.
Tace di tutto e di tutti.
Tace delle sue cose, delle sue bellezze e dei suoi difetti, delle sue strade e delle sue chiese, dei suoi musei e dei suoi monumenti.
Tace e è lenta.
Renzo Piano, il celebre architetto genovese, dice di amare la lentezza di Genova.
Sarebbe una città che nel suo silenzio, nel suo voler digerire ogni fatto, ogni progetto, invita alla riflessione.
Ma sa farti incazzare, con i suoi mugugni esasperati.
Genova soffoca nel suo silenzio di città plasmata a misura di anziano benestante, con immensi appartamenti abitati da una sola signora, una città che brulica di terzomondiali arrabbiati, di giovani senza lavoro, di clochards.
Potrebbe scoppiare da un momenti all’altro, potrebbe implodere come un vecchio televisore.
Languages: Italiano
RELATED