Bolano

I Malaspina incaricarono Dante Alighieri, quando soggiornò in Lunigiana, pr dirimere una lite sul possesso di sette castelli strategici sui monti che dividevano le valli spezzine del Magra e del Vara.

Tra le fortezze contese c'era anche quella di Bolano e il sommo poeta trattò con il vescovo la pace di Castelnuovo per trovare una soluzione definitiva.

Il nome del borgo deriva dal termine gentilizio romano Bolanus. Di origine remota, il paese si fonda su un impianto medievale con salite e discese che portano alla visione di panorami suggestivi.

La forma è triangolare, a ogni angolo corrisponde una porta: Porta castello, Porta Stazon e Porta Fontana. Una strada percorre esternamente le mura.

Nella piazza del castello, la pieve dell'Assunta: di origine romanica e rinnovata nel XVIII secolo, da una nicchia posta sulla facciata una bella Madonna col Bambino protegge la piazza.

Dell'antica roccaforte restano solo alcune tracce: a ridosso del terrapieno si sviluppa il quartiere del Poggio con un complesso di vicoli, strettoie, porte e piazzette che ci riconducono al clima medievale.

Tra le frazioni, importante quella di Ceparana con l'Abbazia Benedettina, originaria del Mille, trasformata in una nobile abitazione.

Languages: Italiano English
RELATED