RUBRICHE | IL VIAGGIO IN LIGURIA | Liguria: Terra di Mezzo
Liguria: Terra di Mezzo

1. La Cina: più di un miliardo e 300 milioni di abitanti su quasi 10 milioni di chilometri quadrati. Il suo nome significa “Terra di mezzo”.

2. 10 mila chilometri a ovest, l'Italia: 58 milioni di abitanti in poco più di 300 mila chilometri quadrati.

3. La Liguria è una delle venti regioni in cui è diviso il suo territorio. Anch’essa è “terra di mezzo”: tra mare e monti, Europa continentale e bacino del Mediterraneo, tra antiche tradizioni e nuove tecnologie.

4. La Liguria disegna un arcobaleno che abbraccia il mare, protetto a nord dalle montagne. Lunga e stretta, un po' si nasconde, come i suoi abitanti. Timida come una bella ragazza, si fa accarezzare dal mare e corre a nascondersi in vallate spesso cosi strette che è difficile percorrerle.

5. Qui è nato Cristoforo Colombo e da qui sono partiti per le loro scoperte i più grandi navigatori occidentali.

6. Il mare ne caratterizza il paesaggio, nei fondali, nelle insenature e sulle isole, ma anche nel suggestivo acquario di Genova e nelle stanze dei musei navali trasformate in casseforti piene di storie e curiosità.

7. Poco lontano dall’onda che frange, la costa s’innalza in terrazze a picco sull’azzurro dove si coltivano, da secoli, la vite e l’ulivo e fiori che esportiamo in tutto il mondo. Queste terrazze chiamate “fasce” raccontano la tenacia della nostra gente. Sono realizzate con muretti a secco paragonati alla vostra Grande Muraglia e anch’essi considerati dall’Unesco patrimonio dell’umanità.

8. Liguria: quattro province e 235 comuni dove sono ben visibili tracce del passaggio dei Romani, le incursioni saracene, le conquiste napoleoniche, la presenza di artisti di fama.

9. Un entroterra che sa ancora regalare una natura magica di boschi intatti, terrazze panoramiche, profumi. Una miriade di borghi ricchi di storia e di arte che confermano quello che è l'Italia: un teatro di suggestioni unico al mondo.

10. Alcune antiche tradizioni accomunano la Liguria e la Cina.

11. Genova, potente Repubblica Marinara e centro di importantissimi commerci con l’Oriente, nel XV secolo era uno dei più attivi produttori di seta d’Europa. Oggi ne è rimasta solo una piccola produzione, nella riviera di levante, a ingentilire il mondo con preziosi velluti lisci, i più difficili da realizzare.

12. La carta, inventata nel Vostro paese, a Genova nei secoli scorsi veniva prodotta e venduta in tutta Europa.

13. Anche oggi, in questa piccola regione, l’economia ha saputo conquistare grandi traguardi.

14. L’innovazione e la ricerca, sulle quali puntiamo, avranno il loro fulcro nel nuovo Istituto italiano della tecnologia. La medicina ha nell’istituto Gaslini uno dei più importanti ospedali al mondo dedicato ai bambini.

15. I cantieri che hanno varato i grandi transatlantici oggi costruiscono le super-navi da crociera, crescendo insieme alla tradizione economica dei fiori di Sanremo, delle ceramiche artistiche di Albisola, dei damaschi di Lorsica.

16. I liguri hanno saputo andare avanti senza spazi, nell’industria, nel commercio, come nei tanti studi professionali diventati luoghi d’intelligenza. Esportatori di know-how in tutto il mondo.

17. Tenacia, forza di volontà, fantasia. Sono le doti del popolo ligure.

18. Capoluogo della regione, è la città della Lanterna il faro che domina un porto per secoli il più importante del Mediterraneo. Genova è porto naturale, molo dell’Europa verso l’Africa e il Medio Oriente che oggi si proietta oltre le colline a cercare nuovi spazi.

19. Il suo centro storico è il più grande d’Europa e nasconde tesori inestimabili tra i “carruggi” le piccole vie che la percorrono intersecandosi in un dedalo di emozioni.

20. È la città alla quale il suo grande architetto Renzo Piano ha restituito il porto Antico, diventato un grande polo di attrazione sociale e turistico. È la città che può vantare una via dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’umanità.

21. La Capitale Europea della cultura del 2004 tra musei e antichi palazzi nobiliari, dal mare sale in collina per regalare panorami mozzafiato.

22. Se Genova è il centro, il cuore, il porto, la memoria del potere della Serenissima Repubblica, Savona, capoluogo di provincia, con il suo porto conferma la tradizione marinara e mercantile ligure ed è diventata negli ultimi anni anche un importante terminal crociere.

23. Dalla piana di Albenga con le sue coltivazioni di carciofi e asparagi, alle gole pietrose e aride che accompagnano il Roja alla sua foce, la Riviera di Ponente mantiene intatta la sua bellezza naturale e le prime tracce delle origini dell’uomo.

24. L'estremo Ponente è l'angolo acuminato da cui si finisce oltrefrontiera. In Francia.

25. Ritaglio di terra dolce e scosceso, aspro e armonioso, stretto tra le Alpi e il mare di Provenza dove il mistral solleva spume che sembrano vele all’orizzonte.

26. La costa, caratterizzata dalle palme e ricca di spiagge, si tinge di Liberty e di Francia con palazzi chiari dai balconi in ferro battuto.

27. Oneglia e Porto Maurizio sono le due anime di Imperia, il capoluogo di una provincia che ha in Sanremo il suo testimonial nel mondo per i fiori e la musica.

28. L'entroterra, in tutto il Ponente ligure, è ricco di paesi arroccati sui crinali tra il mare e le montagne; in mezzo la collina, verdissima.

29. Una terra di profumi, dalla magia di Villa Hambury alla tradizione delle serre e degli uliveti.

30. Da Genova fino al Golfo della Spezia, la Riviera di Levante è una collana che sgrana baie e piccole insenature famose in tutto il mondo.

31. Basta un nome per tutti: Portofino. Un borgo di pescatori intatto, anche se la sua famosa “Piazzetta” è punto di incontro del jet set internazionale.

32. Nella costa alta e rocciosa si insinuano scenari da favola come Camogli, San Fruttuoso e la Baia del Silenzio a Sestri Levante.

33. Nell’entroterra si snoda la Val Fontanabuona con le sue cave d’ardesia, la pietra nera e levigata con la quale si realizzano i migliori biliardi del mondo e i caratteristici pavimenti e tetti di Liguria.

34. Nel Parco nazionale delle Cinque Terre cinque piccoli paesi come cinque stati indipendenti e orgogliosi hanno conquistato l’ammirazione del turismo mondiale.

35. La straordinarietà del paesaggio si unisce al coraggio degli abitanti che, nonostante il monte finisca in un tuffo tra le onde, sono riusciti a coltivare la vite producendo vini profumati e unici come il rarissimo Sciacchetrà.

36. Poco distante Lerici e il golfo abitato e cantato da Shelley e lord Byron: è il Golfo dei poeti che si chiude sulla città della Spezia, capoluogo di una provincia che punta sullo sviluppo del porto container e della piccola media industria.

37. All’interno, valli strette e profonde collegano il mare a borghi medievali, chiese e palazzi di nobili famiglie, percorsi suggestivi in una natura ricca di storie avventurose e antiche tradizioni contadine da tramandare.

38. E più in là, oltre il fiume Magra, la Toscana.

39. Nessuna tradizione gastronomica italiana conosce un uso così largo e raffinato delle erbe.

40. Tra queste il basilico regala alla Liguria una salsa, preparata a freddo nel mortaio, secondo un’antica tradizione: il pesto.

41. È il condimento di paste tipiche come le trenette e le trofie che non si trovano in nessun altra cucina regionale. Il pesto arricchisce il sapore dei minestroni, il cui profumo di verdure percorre alla fine dell’estate le vie dei borghi.

42. In una terra in cui scarseggiano le carni, nasce nell’uso delle verdure e del pesce una tradizione di sapori profumati dalle piante aromatiche, una cucina mediterranea molto leggera grazie a un olio extravergine d’oliva di straordinaria finezza.

43. Se l’Italia è famosa per la sua pizza, la Liguria vi regala la fragranza delle torte salate, dei ripieni e i sapori inconfondibili della farinata e della tipica focaccia al formaggio di Recco.

44. Sapori semplici e decisi. Frutto di passione e creatività.

45. La vite coltivata ancor oggi in condizioni ambientali difficili, non di rado a strapiombo sul mare, offre vini con la personalità di un territorio e un microclima davvero particolari.

46. Lo scrittore Mario Soldati diceva che: “L’amore degli uomini per la vigna, in tutto il mondo, non può fare di più”.

47. Il futuro della Liguria è nel suo passato, ricco di storia e tradizioni.

48. Il clima e un territorio di straordinaria bellezza meritano un viaggio accolti dall’ospitalità semplice e genuina della sua gente.

49. La qualità della vita rende anche il lavoro più gradevole e stimolante.

50. Gli istinti mercantili di sempre e la forte esperienza commerciale, confermano la Liguria come regione capofila nello scenario di un'economia globalizzata.

51. Posizione strategica, know-how, innovazione tecnologica rendono questa regione italiana il naturale trampolino degli affari tra Europa continentale, Africa e tutta l’area del Mediterraneo.

Languages: Italiano English Chinese
RELATED