RUBRICHE | IL VIAGGIO IN LIGURIA | Un percorso di devozione e preghiera
Un percorso di devozione e preghiera

Come tutta la Liguria, anche Genova è ricca di chiese e luoghi di culto. Se ne contano a decine, testimonianza del fatto che i suoi abitanti, nel corso del tempo, dovendosi confrontare quotidianamente con fatiche e avversità, hanno sempre avvertito e addirittura invocato la presenza e l'intervento divino. Questi segni di pietà e fiducia nel cielo, luoghi di bellezza e speranza, sono impreziositi da opere d'arte di grande valore artistico e storico. Tanto da poter essere considerati come un percorso in grado di offrire, nel silenzio del culto e della fede, la chiara percezione dei tempi e dei mutamenti del gusto artistico e architettonico. Le tappe di questo percorso sono segnate dalla memoria di fatti che il popolo tramanda da secoli - un'apparizione o una visione - ma anche da particolari devozioni legate a un'immagine sacra, dalla presenza di ordini religiosi, dal desiderio di autocelebrarsi e celebrare la religiosità di grandi famiglie che hanno voluto costruire luoghi di culto di grande bellezza.

CATTEDRALE DI SAN LORENZO
La cattedrale, con la sua facciata caratterizzata dalle tipiche strisce bianche nere e da complicati motivi ornamentali, ha mille anni. Particolarmente suggestiva e unica, nel corso dei secoli ha subito continui interventi di arricchimento e parecchie ristrutturazioni che hanno prodotto una commistione di stili. All'interno, il Museo del Tesoro mette in mostra capolavori di oreficeria e preziosi documenti storici. In una teca viene conservato ciò che per secoli è stato ritenuto il Sacro Graal, la coppa dove si pensa che Gesù abbia versato il vino nell'Ultima Cena.

CHIESA DI SAN MATTEO
Situata nella piazza omonima, è circondata dai palazzi dei più importanti componenti della famiglia D’Oria che la fecero costruire come cappella gentilizia privata. La sua fondazione risale al 1125. La facciata ha conservato l'originaria struttura a bande bianche e nere. Spiccano al centro un grande occhio circolare e il maestoso portale, preceduto da una breve scalinata.

CHIESA DI SANTA MARIA DELLE VIGNE

É una delle più importanti del centro storico e si trova sull'omonima piazza il cui toponimo deriva dalle vigne vescovili che occupavano l'area prima del X secolo. L'attuale edificio rappresenta il risultato di una ricostruzione avvenuta negli ultimi anni del ‘500 mentre la facciata, interamente rivestita di marmi, è ottocentesca. L'interno è particolarmente luminoso, riccamente adornato di stucchi e affreschi di gusto neoclassico

CHIESA DI SAN DONATO

Situata quasi al centro della cinta muraria e risalente al IX secolo, con la caratteristica torre campanaria ottagonale è tra le principali testimonianze del romanico genovese. All'interno si segnalano la tavola trecentesca della 'Vergine col bimbo' di Nicolò da Voltri e soprattutto, in una cappella laterale, il meraviglioso trittico dell'Adorazione dei Magi del pittore fiammingo Joos Van Cleve. Su un fianco esterno, una splendida edicola barocca mostra la Colomba dello Spirito Santo e la Vergine con Gesù.

SAN SIRO

Fu la prima cattedrale genovese. E' dedicata al vescovo della città, San Siro di Struppa, che in questo luogo, secondo la tradizione, vinse il malvagio Basilisco, un mostro leggendario. Costruita fuori dalle mura e quindi esposta ai pericoli delle scorribande saracene, nel IX secolo cedette il titolo a San Lorenzo. La chiesa attuale è seicentesca con interventi ottocenteschi. L'altare maggiore è un capolavoro di Pierre Puget.

CHIESA DI SANTA MARIA DI CASTELLO

Nel cuore della parte più antica della città, la tradizione la indica come prima chiesa genovese legata al culto mariano. L'impianto originario, con tre navate concluse da altrettanti absidi semicircolari, risulta modificato, rispetto al progetto originale, dagli interventi che si sono succeduti nel corso dei secoli. La decorazione della chiesa costituisce una delle massime espressioni artistiche della Genova del ‘400: da ammirare, tra l'altro, il polittico dell'Annunciazione, nella cappella Grimaldi, il crocifisso del XIII secolo che proviene dalla Terrasanta, lo splendido affresco "Annunciazione" di Giusto di Rasvenburg.

CHIESA DI SAN LUCA

Si affaccia su una piccola piazza posta lungo la via omonima, nel centro storico, dove erano insediate le potenti famiglie Spinola e Grimaldi, delle quali la chiesa divenne parrocchia gentilizia. Si compone di uno spazio centrale quadrangolare sormontato da una cupola, mentre la navata si allarga trasversalmente in due cappelle. Notevole la rappresentazione pittorica, estesa a quasi tutte le superfici, eseguita da Domenico Piola. Da segnalare anche la tela del Grechetto raffigurante il Presepe, posta sull'altare della cappella di sinistra.

CHIESA DEI SANTI COSMA E DAMIANO

Situata ai piedi della collina di Castello, questa chiesa è considerata una delle più antiche della città. La prima testimonianza scritta dell'edificio risale al 1049 e a quel periodo corrispondono anche le tre absidi e il transetto. Le tre navate e la torre si datano invece intorno alla metà del XII secolo. Fu ricostruita dopo i bombardamenti francesi del 1684. Due pilastri cruciformi introducono al presbiterio, con volta a crociera e torre ottagonale.

CHIESA DI SAN BENEDETTO AL PORTO
Nelle vicinanze del magnifico Palazzo del Principe al quale un tempo era collegata, la chiesa sorge sull'area di una precedente fondazione cistercense e deve la sua forma attuale a Giovanni Andrea D’Oria che la ristrutturò in memoria della moglie, Zenobia del Carretto, morta nel 1590. La chiesa conserva un organo cinquecentesco.

CHIESA DI SANTA CATERINA

Alle spalle del’attuale Palazzo di Giustizia, la chiesa venne costruita nel tardo ‘400. In parte demolita nel 1537 per la costruzione delle Mura dell'Acquasola, fu riedificata nel 1556 su iniziativa di Battista Grimaldi. Sede dell'opera di carità di Santa Caterina da Genova e custode del suo corpo conserva preziose testimonianze della sua origine monumentale. Fra queste: il doppio portale marmoreo con capitelli a foglie d'acanto e un importante ciclo di affreschi cinquecenteschi del Bergamasco e di Luca Cambiaso.

CHIESA DI SANT'ANNA

Sorge su una posizione appartata e collinare. In origine, quando venne fondata nel 1584, era legata al primo convento creato fuori dalla Spagna dai Carmelitani Scalzi. Di particolare pregio è l'altare maggiore in marmo con un gruppo scultoreo raffigurante Sant'Anna e la Vergine Bambina, eseguito nella prima metà del XVIII secolo. Accanto alla chiesa una famosa farmacia, gestita dai frati, offre da secoli medicamenti realizzati con erbe

BASILICA DI NOSTRA SIGNORA ASSUNTA DI CARIGNANO

La grandiosa Basilica sulla sommità del colle di Carignano venne commissionata nel 1549 dalla nobile famiglia Sauli al perugino Galeazzo Alessi. Unica nell'edilizia religiosa genovese, è a croce greca inscritta in un quadrato, soluzione prediletta dagli architetti rinascimentali. Fra le preziose tele ospitate, si segnalano una Pietà di Luca Cambiaso, un quadro del Guercino e alcune splendide statue di Pierre Puget.

CHIESA DI SANTO STEFANO

Si eleva al di sopra di via XX Settembre, la strada più importante di Genova, in pieno centro cittadino. Venne riedificata probabilmente nell'XI secolo sui resti di una primitiva costruzione longobarda dai monaci benedettini. La chiesa si compone di un unico vano rettangolare: un interno molto semplice. La facciata presenta la caratteristica struttura bianca e nera a strisce orizzontali che diventerà modello per molte altre chiese genovesi. Nella sua cripta venne battezzato Cristoforo Colombo.

SANTUARIO DELLA MADONNETTA

Introdotto da un sagrato settecentesco in ciottoli bianchi e neri, è uno dei santuari mariani edificati nel XVII secolo sulle alture di Genova. La chiesa ha una complessa struttura barocca con pianta ottagonale. Il santuario, dotato di una cripta che è visibile anche attraverso un'apertura nel pavimento, ospita un famoso presepe di ambientazione genovese che annovera statuine del ‘600 e del ‘700, con centinaia di reliquie conservate in reliquari in argento, legno e altri materiali, opera dei più famosi artigiani genovesi del periodo.

SANTUARIO DELLA MADONNA DELLA GUARDIA

Si erge sulla vetta del Monte Figogna, appena alle spalle di Genova, dove nel 1490 la Madonna apparve a un contadino, Benedetto Pareto. L'edificio attuale, costruito alla fine del XIX secolo, ha preso il posto della chiesetta precedente: è a tre navate ed è riccamente affrescato. Fortissimo il suo legame con i fedeli, tanto che ha sempre attirato folle di pellegrini. Questi secoli di devozione sono testimoniati da innumerevoli ex-voto, i più antichi dei quali risalgono al XVIII secolo, a ricordo di benefici ottenuti e pericoli scampati in terra e in mare.

Languages: Italiano
RELATED