RUBRICHE | IL VIAGGIO IN LIGURIA | Nervi: un antico borgo marinaro
Nervi: un antico borgo marinaro

UN ANTICO BORGO MARINARO TRA IL VERDE DEI PARCHI E IL BLU DEL MARE
Nervi, assieme ad altri comuni costieri a levante del centro cittadino (Quarto dei Mille, Quinto al Mare e Sant'Ilario), nel 1926 fu assorbito nella Grande Genova. Queste località portarono in dote la propria storia di borghi votati alla pesca e ai piccoli commerci marittimi. Lo sviluppo urbanistico del Novecento ha assegnato a questa zona della città il ruolo di elegante zona residenziale senza far scomparire il suo carattere principale: quello di un abitato stretto fra gli scogli della costa e gli ulivi della collina. Le particolari condizioni del microclima fanno sì che in inverno la temperatura sia sempre più mite che nel centro della città, tanto che la fioritura degli alberi è molto precoce: in certi anni, già a Natale, s'accende il giallo delle mimose. Nervi ha vissuto il periodo di massima gloria tra la fine dell'Ottocento e i primi decenni del Novecento, quando le classi benestanti di mezza Europa venivano in Riviera a godere della luce del Mediterraneo e del clima temperato.
Tra le bellezze di Nervi si segnalano i Parchi che si offrono allo sguardo di turisti e visitatori come un enorme tappeto verde dal quale emergono alberi di ogni tipo. I giardini degradanti verso il mare verde, costituiscono un grande spazio pubblico che, senza soluzione di continuità, si estende per quasi nove ettari.

VIA OBERDAN (NERVI)
E' una delle strade più caratteristiche di Nervi, con case dalle facciate color pastello sulle quali le persiane vere si alternano a quelle dipinte a trompe-l'oeil. Il tracciato di questi edifici è interrotto, a tratti, da ville liberty: residenze discrete ed eleganti che raccontano storie di nobili inglesi, francesi e russi ammaliati dalla Riviera all'inizio del secolo scorso

IL VIALE DELLE PALME (NERVI)
Con le ville e gli splendidi alberghi che gli fanno da cornice costituisce il cuore della Nervi del turismo elegante di inizio secolo. Qui, con un solo sguardo si può cogliere tutta la suggestione di un epoca d'oro, veramente unica per il turismo di questa affascinante zona di Genova. Il suo tracciato rettilineo, ombreggiato da due fila di palme, conduce alla stazione ferroviaria posta quasi sul mare

IL PORTICCIOLO (NERVI)
Il porticciolo di Nervi è meta di turisti provenienti da ogni parte del mondo. Caratteristiche le case coloratissime che gli fanno da cornice, le barche dei pescatori e i locali in stile marinaro. Il muretto che accompagna la stretta strada è impreziosito da piastrelle in ceramica dipinte da noti artisti. A levante inizia la deliziosa passeggiata a mare

LA PASSEGGIATA SUL MARE (NERVI)
A Nervi, l'occasione per un romantico itinerario tra il mare, le rocce coperte di agavi e piante grasse e il verde dei Parchi è offerto dalla passeggiata Anita Garibaldi, una sorta di lunghissima terrazza sul mare aperto con vista, a levante, sul monte di Portofino. A metà si trova la Torre Gropallo, eretta nel '500 per l'avvistamento dei pirati, una delle molte torri di guardia costruite sulla costa ligure

PARCHI (NERVI)
Sono costituiti dall'unione di tre ville costruite tra il XVI e il XIX secolo che oggi appartengono al Comune di Genova: Villa Gropallo, Villa Serra e Villa Grimaldi. I grandi giardini alberati conservano l'originaria struttura di ispirazione romantica tesa alla realizzazione di un paesaggio idealmente perfetto: scenografie pittoresche, viali che si aprono a ogni curva su nuove prospettive, scorci sempre differenti e specie vegetali scelte con cura per creare i più diversi ambienti e i più curiosi accostamenti.
Per la scenografia unica e ricca di fascino che regalano, i Parchi di Nervi dal 1955 a due anni fa sono stati sede di un Festival del Balletto che ha visto protagoniste, nel corso degli anni, tutte le etoiles più famose della danza: da Margot Fontayne a Rudolf Nureyev, da Maurice Bejart a Vladimir Vassiliev.

VILLA GROPALLO (NERVI)
Residenza di campagna del Marchese Gaetano Gropallo, a metà dell'Ottocento era circondata da un vasto giardino all'inglese che si spingeva fino al mare e che non ha perso le sue caratteristiche romantiche. Attualmente la villa ospita la Biblioteca Comunale

VILLA SERRA (NERVI)
Il Palazzo seicentesco e la piccola cappella gentilizia di Villa Serra si affacciano su un vasto prato incastonato in un giardino all'inglese. L'edificio è sede della civica Galleria d'Arte Moderna, attualmente chiusa al pubblico, in attesa di restauro e di un nuovo allestimento che consenta l'esposizione delle ricchissime collezioni di arte italiana e straniera tra Otto e Novecento.

VILLA GRIMALDI (NERVI)
Costruita alla fine del Seicento e ampiamente ristrutturata intorno al 1960 ospita un museo che raccoglie le collezioni d'arte dei fratelli Lazzaro e Luigi Frugone: 286 opere, tra dipinti, sculture, disegni e incisioni, databili tra il 1860 e il 1930. Legate prevalentemente alle tipologie del ritratto e del paesaggio, presentano elementi tipici del collezionismo altoborghese di fine secolo.

VILLA LUXORO (NERVI)
Situata all'estremo levante di Nervi, non confinante con le altre tre ville comunali, è stata costruita tra il 1901 e il 1903 in stile seicentesco, con facciate dipinte e una loggia angolare rivestita a 'laggioni', mattonelle policrome caratteristiche della tradizione edilizia ligure. Al suo interno conserva intatti gli arredi e il patrimonio di opere d'arte della famiglia Luxoro: mobili, argenti, quadri, orologi, ceramiche e una interessante raccolta di statuine da presepe databili tra il '600 e il '900.

SANT'ILARIO (NERVI)
Comune costiero unito alla Grande Genova negli anni Venti, si arrampica alle spalle di Nervi, tra lecci, olivi e mimose. Qui, con le fasce (i tipici gradoni tagliati nei fianchi delle colline dagli agricoltori) aperte sul mare, la natura ligure esplode in tutto il suo splendore. Superbo il panorama

Languages: Italiano
RELATED